Invio gratuito da 75 eur

Swarovski: la maestria nellla lavorazione artigianale

La collezione Swarovski Crystal Society (SCS) di quest’anno trae ispirazione dalla flora e della fauna uniche dell’Africa e, in particolare, dalla zebra. Osserviamo come la bellezza naturale dei mammiferi equidi africani è stata riprodotta nella creazione in cristallo.

Un animale affascinante

 Le strisce di una zebra rappresentano il suo elemento distintivo, ogni animale presenta un disegno unico. Si è dibattuto a lungo sul modo in cui la zebra abbia sviluppato le strisce e quale sia la loro finalità.

Alcuni ritengono che le strisce consentano alle zebre di mantenere una temperatura più fresca sotto il torrido sole africano, mentre ricerche recenti ipotizzano che i disegni funzionino da repellenti contro gli insetti, riuscendo a ingannare le mosche che tentano di posarsi sulla pelle della zebra. 

Altri affermano che, in movimento, le strisce bianche e nere possano creare un effetto di ""abbagliamento"", in grado di confondere i predatori della zebra, molti dei quali incapaci di distinguere i colori. Può essere d'aiuto per nascondere la velocità dell'animale o la direzione della corsa, contribuendo a mimetizzare il singolo esemplare all’interno di grandi gruppi. Questo fenomeno è strettamente legato alla comune usanza di definire un gruppo di zebre come un “bagliore” - motivo per cui possono ritenersi creature perfette per essere riprodotte attraverso il cristallo Swarovski. Esattamente come i mammiferi equidi della savana africana, la SCS Edizione Annuale 2021 Zebra Amai abbaglia davvero.

Sette fasi per raggiungere la perfezione

Il designer Heinz Tabertshofer ha accettato la sfida di riprodurre  con il cristallo Swarovski il peculiare manto a strisce della zebra. Ecco il processo che ha seguito nel dare vita per Swarovski ad una delle creazioni iconiche di Madre Natura:

Fase 1: Ricerca e bozzetti 

Heinz ha iniziato svolgendo ricerche sull’animale e sul suo habitat naturale, prima di visitare la fattoria equina di Evelyn Haim-Swarovski, dove vivono due zebre. Heinz ha avuto qui la possibilità di studiare gli animali più da vicino e nella loro vita quotidiana. La Zebra Amai SCS si basa infatti prevalentemente su una delle zebre locali, di nome Helmut. 

MediFase 2: Creazione di un modello preliminare

ante la modellizzazione digitale al computer, i bozzetti sono stati riprodotti in una rappresentazione tridimensionale. Durante questa fase, è stato possibile sperimentare varie posture ed espressioni, fino a trovare la posa perfetta.

Fase 3: Modello progettuale

Dopo aver definito il progetto finale, il designer Heinz Tabertshofer unitamente allo sviluppatore di prodotto hanno lavorato per ottimizzare le angolazioni delle sfaccettature, nell’intento di ottenere un capolavoro che scintillasse al meglio. Arrivati finalmente ad un risultato soddisfacente, la Zebra Amai vantava 457 sfaccettature e ne è stata prodotta una replica in resina. 

Fase 4: Prototipo realizzato a mano

La SCS Edizione Annuale 2021 Zebra Amai è finalmente venuta alla luce sotto forma di prototipo rifinito e realizzato a mano. Per definire più efficacemente le strisce, è stato utilizzato un rivestimento speciale, che ha conferito alla Zebra Amai un esclusivo manto nelle colorazioni Silver Night e Golden Shine.

Fase 5: Produzione delle parti in cristallo

Dopo il perfezionamento del prototipo, è stato possibile avviare la produzione. Strumenti di precisione hanno tagliato singolarmente gli elementi costitutivi del modello. 

Fase 6: Incollaggio e assemblaggio

Ciascun componente è stato incollato con meticolosità a mano, per poi passare alla lucidatura, il passaggio finale per dare vita alla Zebra Amai

Fase 7: Controllo qualità

Ogni creazione di cristallo è stata esaminata con accuratezza da un team di esperti, il quale ha verificato che tutti i colori apparissero come dovuto e che tutte le sfaccettature fossero ineccepibili e luminose. Dopo aver superato questo esame finale, la creazione era pronta per riempire il mondo di gioia e brillantezza.