my swarovski
Paese/Regione
Italia

 

SWAROVSKI WATERSCHOOL – NEWS DALL'UGANDA

 

L'acqua pulita e sicura non è solo un dono, ma anche la risorsa più preziosa della terra. Diamo un'occhiata all'impatto della Swarovski Waterschool in Uganda, per osservare da vicino il potere della perseveranza, della buona volontà e dell'istruzione.

 

IL MOMENTO DI CAMBIARE


Quando nel 2016 la Swarovski Waterschool (SWS) ha ampliato il suo lavoro nel nord del distretto di Kanungu in Uganda, le scuole partecipanti non avevano sistemi di filtraggio dell'acqua né impianti di acqua potabile, il che ha reso vulnerabili i bambini e le comunità circostanti. Al fine di migliorare la qualità dell'acqua, i servizi sanitari, l'igiene e la salute, il programma SWS è stato introdotto in dieci scuole coinvolgendo 2000 famiglie nei pressi del Parco Nazionale Queen Elizabeth.

 

 Grazie soprattutto ai soci SCS, a due anni dall'avvio, il programma è riuscito a ottenere una serie di importanti risultati tra cui:

• La costruzione di dieci cisterne d'acqua in ferrocemento da 20.000 litri nonché l'installazione e distribuzione di servizi di igiene fisica come inceneritori, bidoni dell'immondizia, bagni pubblici e assorbenti che hanno portato a un miglioramento della salute e della qualità della vita.

• L'installazione di dieci impianti di acqua potabile nelle scuole, che hanno consentito l'accesso ad acqua sicura.

• L'educazione all'importanza dell'acqua attraverso il programma di sensibilizzazione Water Sanitation and Health (WASH), che ha posto l'attenzione sui problemi legati all'igiene e insegnato tecniche di gestione e utilizzo delle risorse idriche. 

Le buone pratiche si sono così diffuse, coinvolgendo non solo le scuole, ma anche le comunità locali.

 

  

 

IL DONO DELL’ACQUA

 

A parlare del contributo dato dalla Swarovski Waterschool sono i dati, come il calo medio del 24% delle malattie legate all'accesso ad acqua insalubre. Ma sono le storie dell'impatto sulle persone a lasciare l'impronta più duratura.

"Prima che la Swarovski Waterschool ci portasse dei depuratori d'acqua, durante le pause dovevamo uscire da scuola e andare al fiume o al ruscello", dice un bambino. Una madre ricorda come i suoi bambini piccoli fossero costretti a portare a scuola acqua potabile in contenitori spesso troppo pesanti per loro. L'accesso all'acqua purificata garantito dal programma Swarovski Waterschool ha un valore inestimabile. "Si sono ridotti i costanti episodi di influenza che colpivano i bambini", afferma.

Il Sig. Albert Bamwesigye, insegnante alla Kihihi High School, rivela che gli studenti sono diventati più consapevoli dell'importanza dell'acqua e dei servizi igienico-sanitari. Ora portano a casa l'acqua pulita e la condividono – insieme a quello che imparano – con le loro comunità. Ci sono tante altre storie come queste. Come una goccia che fa increspare un lago, il progetto Swarovski Waterschool ha toccato molte vite. E non sarebbe stato possibile senza il supporto dei soci SCS.